Redentore 2019

admin

12 Aprile 2019

Nessun commento

Redentore 2019

Una delle più celebri feste della tradizione veneziana è certamente quella del Redentore. La Festa del Redentore, che si tiene il terzo fine settimana di luglio, ha radici profonde che affondano nella storia della città lagunare.

 

Nel 1575 Venezia fu colpita da una nuova ondata di peste, simile a quella che decimò la popolazione europea durante il milletrecento.

 

La Serenissima, in qualità di potenza marittima nel Mar Mediterraneo, vantava un sostenuto interscambio commerciale con diversi Paesi Orientali. Probabilmente a causa di questo fenomeno, i topi che si introdussero nelle navi mercantili furono i vettori di tale malattia.

 

La conta dei morti veneziani fu impietosa, circa 50.000, quasi un terzo della popolazione della città.

 

Per far fronte a tale emergenza, oltre alle precauzioni di ordine sanitario come il confino dei malati nel Lazzaretto, nel 1576 il Doge decise di porre in essere un voto al Cristo Redentore commissionando al celebre architetto Palladio – noto per il suo talento architettonico tutt’oggi conosciuto come stile palladiano – la costruzione della Basilica del Redentore nell’Isola della Giudecca.

 

Nel 1577 la “morte nera” cessò di mietere vittime in città.

 

Per onorare questo voto, ogni anno i veneziani costruiscono il cosiddetto ponte votivo, un ponte galleggiante composto da decine di imbarcazioni che attraversa il canale della Giudecca e che permette il collegamento pedonale sino alla Basilica del Redentore.

 

Questa tradizione persiste da oltre 400 anni e da allora migliaia di fedeli percorrono in processione il ponte votivo per portare le loro preghiere nella Basilica.

 

La festa del redentore però non ha solo un significato religioso. Da diversi anni è conosciuta in tutto il mondo per la bellezza dello spettacolo pirotecnico.

 

Infatti poter ammirare i fuochi d’artificio da Piazza San Marco riflessi sulle acque della laguna è uno spettacolo unico che attrae migliaia di visitatori ogni anno.

 

Il giorno seguente, la domenica mattina, si può assistere alla Regata del Redentore con centinaia di imbarcazioni veneziane che sfilano lungo il Canale della Giudecca.

 

Trascorrere un fine settimana a Venezia durante la Festa del Redentore è probabilmente uno dei periodi migliori per conoscere questa città sotto diversi punti di vista: quello delle tradizioni, quello religioso e quello del divertimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca Appartamento

PRENOTA ONLINE

CHECK-IN

03

Dic
CHECK-OUT

04

Dic

1 OSPITE